Domenica 17 gennaio

Il perdono afferma che la relazione con l offensore è  più importante dell’offesa che questi ha recato alla relazione, e porta l’offeso ad assumere come passato il male ingiustamente subito, affinché  questo non precluda il futuro della relazione. E’ vero che l’offesa resta nella memoria; è  possibile che torni in noi provocando uno spezzarsi del cuore; ma si deve poter distinguere la memoria ferita dalla capacità  di perdono.
Enzo Bianchi. Dono e perdono.

Buona vita.