Giovedì 1 febbraio. Le persone riconoscenti imparano a rendere grazie anche al ricordo dei momenti difficili e dolorosi della vita, perché  hanno capito che la potatura non è  mero castigo: è  preparazione. Se la nostra gratitudine per il passato è  soltanto parziale, anche la nostra speranza per il futuro non potrà mai essere piena. Ma il nostro abbandonarci al volere di Dio, alla sua mano che ci pota, non ci lascerà desolati  ma pieni di speranza per ciò che può  avvenire in noi e per mezzo di noi. Il tempo del raccolto porterà il suo frutto benedetto. Piano piano impareremo a dire che
” Tutto è grazia”. Nouwen
Buona vita