Giovedi 30 giugno.
Coloro che sono riusciti ad assaporare la gioia di Dio non negano le tenebre, ma scelgono di non vivere in esse.
Affermano che della luce che splende nella oscurità ci si può fidare più che della oscurità stessa e che pochissima luce può disperdere molta oscurità.
Si indicano vicenda lampi di luce qua e là e si rammentano vicenda che essi rivelano la presenza nascosta ma reale di Dio. Scoprono che esistono persone che si guariscono le ferite reciprocamente, si perdonano le offese, condividono i loro beni, festeggiano i doni che hanno ricevuto e vivono nella costante anticipazione della piena manifestazione della gloria di Dio. H. Nouwen
Buona vita