Mercoledi 11 maggio.
Quando partecipi all’Eucarestia, pensa all’atmosfera piena di intimità e di amore che caratterizza il pasto sul lago di Tiberiade (Gv 21,12-14). Immaginati che il Risorto, dalla riva dell’eternità entri in questa comunità, che egli guardi i volti delusi e tristi ed offra a ciascuno il pane della vita e il vino dell’ amore, perché anche in lui avvenga la Risurrezione, venga il sereno, perché anche lui, si alzi in piedi e sia innalzato alla vera vita, alla vita divina. E questo è vero anche per te. A. Grun
Buona vita risorta.