Venerdi 9 aprile
Nella nostra vita, spesso, ci sentiamo in prigione, nella prigione della nostra paura, della nostra solitudine. Siamo prigionieri del nostro perfezionismo, del nostro vittimismo e della nostra continua ricerca di una buona immagine verso l’esterno. Gesù ti vuole mostrare un modo per sbrecciare la tua prigione interiore. Questo modo è lodare Dio in mezzo alla notte della tua vita, senza chiedere niente. Allora potrai sperimentare che i muri della tua prigione si frantumano, le catene cadono e si aprono verso gli altri. Quando tu non vuoi niente da Dio, ma lo lodi perché è Dio, avverti l’intima libertà in mezzo alla prigione della tua notte; è la Risurrezione.
Anselm Grun

Buon tempo di Pasqua