Il credente ha la convinzione profonda che Dio lo perdona, che lo ama pure quando fa il male, e che sempre lo attende con le braccia aperte per dargli quell’amore che cancella la colpa, gli consente di rinnovare la propria vita e di riprendere il cammino. L amore di Dio non va mai meritato, è  grazia, e per questo precede addirittura il pentimento dell’uomo. Il perdono di Dio è  un evento incondizionato, gratuito, capace di causare la conversione: non è la conversione che merita il perdono!
Enzo Bianchi. Dono e perdono.

Buona vita