Monthly Archives: maggio 2015

Festa riconoscimento

2015_04260113

Il 26 aprile 2015 è diventata una data storica per Caresto! Con la sua firma il Vescovo riconosce ufficialmente l’associazione Volontari di Caresto, prendendo “atto con compiacimento delle finalità formative e spirituali”.

 

Il commento  del Vescovo, ‘a braccio’

La realtà di Caresto svolge un’attività a favore della famiglia da molto tempo; e voi che siete presenti, ne siete testimoni, siete in tanti a venire da tante parti d’Italia.

Voi sapete come sia urgente lavorare per la famiglia. E siete testimoni di quanto percorso sia stato fatto in questa comunità e di quante persone qui hanno trovato una risposta e un aiuto; hanno trovato qualcosa che è loro servito; e sono ritornati in questo luogo , considerato come un punto nevralgico per la loro vita di coppia, per la loro vita cristiana e per il loro percorso.

Allora era giusto che tutto questo non fosse considerato soltanto un’iniziativa privata senza avere una certa ufficialità.

In sintesi l’ufficialità è questa: la Chiesa dice che quanto avviene qui è in ordine alla pastorale della Chiesa in favore della famiglia.

E’ un invito a procedere, ad approfondire, a fare in modo che il campo si allarghi sempre di più, come d’altra parte la problematica sociale si allarga sempre più; e quindi avere quella intelligenza che viene dallo Spirito, capace di cogliere le necessità e trovare l’aiuto.

Questo tendone nuovo che oggi ci accoglie in maniera più comoda degli ambienti meno ampi che solitamente usate è come una profezia dei tempi che vanno avanti con orizzonti più vasti. Se avessimo avuto la solita cappellina non potevano starci tutti. Buono quindi questo spazio più largo.

Io sono stato presente in diverse occasioni e ho potuto costatare direttamente, ho parlato con le coppie, ho potuto vedere il loro impegno e l’esperienza che qui si vive…

Sono certamente una persona che può dire: quello che ho visto va bene, andiamo avanti.

Vi ringrazio per quello che fate.

Vi ringrazio per la notizia che portate di questa realtà nelle vostre zone; e quindi potete voi stessi testimoniare direttamente ciò che viene fatto per la Chiesa e per la famiglia.